martedì 9 novembre 2010

Gnocchi di patate






Gli gnocchi sono una preparazione di cucina estremamente diffusa in molti paesi del mondo e presentano differenze notevoli da un tipo all'altro sia per forma che per ingredienti. Sono dei piccoli pezzi di impasto (fatto da farina e patate bollite schiacciate), solitamente di forma tondeggiante, che vengono bolliti in acqua o brodo e quindi conditi con salse varie.
Esiste anche una variante di gnocchi, in cui non vi sono affatto le patate, ma questa sarà una mia futura ricetta. Ho preso questa ricetta dal sito Misya.info, da questo sito ho seguito scrupolosamente il procedimento e soprattutto i suoi accorgimenti che riporto dal suo sito qui (ci tengo a dire la fonte!):
- La scelta delle patate è fondamentale per la riuscita degli gnocchi. Le patate da scegliere sono quelle a pasta bianca perchè sono “farinose”. Bisogna scegliere comunque le patate vecchie, le nuove essendo molto acquose assorbirebbero troppa farina rendendo gli gnocchi gommosi.
- La cottura delle patate deve essere fatta a fuoco non forte, per evitare che la buccia si spacchi e che quindi le patate s’impregnino d’acqua , per 20/30 minuti dall’inizio dell’ebollizione. Per sincerarsi del grado di cottura delle patate basta infilzare la patata con una forchetta e se non si sente resistenza fino al centro, è cotta.
- La lavorazione deve essere fatta quando il passato di patate è tiepido e deve avvenire velocemente prima che il passato di patate si raffreddi.
- La quantità di farina da utilizzare è puramente indicativa visto che ogni patata ha la sua capacità di assorbimento quindi meglio iniziare con una piccola dose per poi aggiungerne man mano dell’altra.


INGREDIENTI PER 4/5 PERSONE:

800 gr di patate
400 gr di farina tipo 00 circa
1 pizzico di sale



PROCEDIMENTO:

Dopo aver lavato la buccia, fate cuocere le patate in una pentola con acqua fredda per essere lessate a fuoco medio per 20/30 minuti dall’inizio dell’ebollizione.



Dopo essere state sgocciolate dall’acqua di cottura, pelate subito le patate ancora calde e schiacciatele subito con lo schiacciapatate riversandole sulla spianatoia infarinata con 250 gr di farina.



Lavorare velocemente il tutto con le mani fino ad ottenere un impasto della consistenza liscia ed elastica ma che non si appiccichi alle mani.



Una volta ottenuto il panello di patate, si taglia a metà per controllare che non presenti buchi o lacerazioni e che sia leggermente poroso.



Formare con l’impasto ( aggiungendo gli altri 150 gr di farina se serve ) tanti cilindri larghi 1,5 cm circa e tagliare dei pezzetti di 2 cm circa.



Adagiare gli gnocchi sulla spianatoia infarinata. Quindi preparate un vassoio infarinato. Con l'ausilio dell'apposito strumento o con una forchetta ben infarinato, ruotate le palline di gnocco con un dito per il senso della lunghezza, così da formare le striature del classico gnocco, e disponeteli man mano che li preparate sul vassoio infarinato distanziati l'uno dall'altro.



Oppure se non disponete dell'attrezzo, potete lasciarli anche senza striature.



Mettete quindi a bollire l’acqua, salatela e calate solo 1 gnocco in modo da fare la prova sia di consistenza che di sale. Appena vi soddisferanno di sale e di consistenza, far scivolare gli gnocci dalla spianatoia e calarli nell’acqua bollente.
Man mano che gli gnocchi torneranno a galla, sgocciolateli con un mestolo forato.



Condirli come previsto dalla vostra ricetta.

8 commenti:

  1. Bravissima Mimì!Come al solito!Un bacione!

    Come va?

    RispondiElimina
  2. Ricordo la tua versione di gnocchi agli spinaci, hai fatto bene a mettere anche la ricetta di quella classica! Sei davvero brava nel spiegare passo passo le ricette,complimenti!

    RispondiElimina
  3. Mio papà, l'addetto agli gnocchi, fa le striature con la forchetta :D
    Ci ho provato anche io, ma mi si spatasciano tutti e ci metto secoli... Lascio fare a lui, che è l'esperto gnocchifero di casa ;)
    Sul mio blogghino c'è un premio per te :)

    RispondiElimina
  4. x veronika: benissimo veronika :). Grazie del commento, baci baci baci :-*.

    x fra: mmh che memoria fra, eh si ho messo anche quella classica, ma non mi fermerò qui, continuerò a sperimentare, grazie x i complimenti :-*.

    x uapa: ma dai su un pò di collaborazione è giusto, però mi devi promettere che ti impegnerai ad imparare alla fine, comunque si possono anche lasciare senza striature, non è un passaggio obbligatorio, anzi li trovo più carini senza ;). Grazie del premio ;).

    RispondiElimina
  5. semplice e sempre buoni gli gnocchi......

    RispondiElimina
  6. mi hai fatto venire fame!!!!!!! ;;)
    passa da me se ti va, mi farebbe piacere!!!

    RispondiElimina