sabato 27 novembre 2010

Mandorle pralinate





Queste sono le classiche mandorle che vengono vendute sulle bancarelle durante le feste popolari e le sagre. Vi è mai capitato di passare da queste bancarelle e sentire l'odore gradevole dello zucchero caramellato? Quando li feci per la prima volta riprodotti a casa, mio padre mi raccontò un episodio della sua infazia. Mi raccontò che quand'era piccolo passando da quelle bancarelle delle fiere con suo padre, notò un balcone in cui preparavano le mandorle pralinate nelle tipiche batomiere dove vengono fatte... l'odore lo attirava così tanto, ma mi raccontò che purtroppo mio nonno non glieli potette comprare anche se lo avrebbe voluto accontentare, però non poteva permetterseli a quel tempo. Quindi adesso ogni volta che li faccio lo faccio felice:). Io ho utilizzato delle mandorle e delle nocciole, ma è possibile utilizzare anche le arachini ma condizione fondamentale è che non siano tostate e con la loro classica pellicina (altrimenti lo zucchero non attacca) :).



INGREDIENTI:

200 gr di mandorle con la pellicina
50 gr di nocciole con la pellicina
250 gr di zucchero
1 cucchiaino raso di cacao amaro
2 bustine di vanillina
1 cucchiaino di acqua

UTENSILI:

1 padella antiaderente
1 paletta di legno
carta d'alluminio (o carta forno)

PROCEDIMENTO:

E' essenziale che la frutta secca sia con la pellicina affinchè lo zucchero si attacchi.



In una padella antiaderente mescolate alle mandorle e alle nocciole lo zucchero, il cacao e l'acqua.



Aggiungere quindi la vanillina.



Accendete il fuoco sulla fiamma molto bassa e mescolate con la paletta di legno (non smettete mai di mescolare).
Inizialmente lo zucchero tendera' a cristallizzarsi.



Successivamente tendera' a scioglieri



mischiare sempre fin quando lo zucchero completamente sciolto come per magia tendera'a ricristallizzarsi attaccandosi alle mandorle, che si separeranno tra loro.



Quando tutto comincia a scoppiettare e' il momento di togliere dal fuoco (attentissimi perche' se non tirate via al momento giusto otterrete mandorle carbonizzate )
Lasciar raffreddare su carta forno o d'alluminio.





Vi consiglio di provare la prima volta con piccole quantita'! Questo perchè man mano che si fanno si prova e si riprova vengono sempre meglio.



12 commenti:

  1. :X GRAZIE!! :-* Sono troppo felice, primo perchè t'aspettavo, e poi perchè anche per me questa ricetta rappresenta un bagno nei ricordi dell'infanzia! Ti ringrazio anche per la spiegazione passo passo...BRAVISSIMA!!

    RispondiElimina
  2. grazie.......questa la faccio di sicuro.......

    RispondiElimina
  3. Che buone,sembra di sentire il profumo!!!!!!

    RispondiElimina
  4. Ma che buone, io ne vado matta...grazie della ricetta super interessante!!!
    Buona Domenica.

    RispondiElimina
  5. sei un mito, buonissime, grazie.
    ciao

    RispondiElimina
  6. x ginestra: si scusa per il ritardo esorbitante era da tempo che ce l'avevo in archivio in attesa di sistemare le foto e la ricetta Scusami tanto!!! Sono contenta ti sia piaciuta così tanto :). Se hai dubbi e domande fammele tranquillamente, sarò felice di poterti aiutare.

    x Andreina: bene sono contenta la proverai :).

    x mari e fiorella: il profumo si sente solo dopo averle finite di fare, però ti dirò che quando le faccio non posso nascondere di averle fatte, una volta finito arrivano tutti in cucina e chiedono, hai fatto quelle cose con lo zucchero :)).

    x cinzia: ;) felice di esserti stata d'aiuto cara Cinzia.

    x rifugio da tutti: eheee troppo esagerata :-*. Ciao cara.

    RispondiElimina
  7. Oh cara,hai trovato un bellissimo modo per far felice il tuo babbo, brava :)

    RispondiElimina
  8. :) si fra, comunque ogni volta che cucino qualsiasi cosa lo faccio contento, basta che cucini io :D.

    RispondiElimina
  9. buoneeeeeeeeeeeeeeeeeeee!!!! un bacione

    RispondiElimina
  10. si buonissime sembrano zuccherini!!!! Ciao un bacione fede ;).

    RispondiElimina
  11. Che bella ricetta Mimì!!! Me la segno voglio provarci, sei sempre bravissima, a presto, malù!

    RispondiElimina
  12. segui passo passo la ricetta attentamente perchè la prima volta non è facile e vedrai che ci riuscirai ;).

    RispondiElimina