martedì 30 novembre 2010

Petto di pollo in padella di ghisa






E' un piatto light, infatti 270 Kcal a porzione, è pronta in 45 minuti ed è semplice da preparare, si tratta di lasciar marinare per mezz'ora o anche di più (ancor meglio se la lasciate 1 ora) in olio, vino, aglio e rosmarino le fettine del petto di pollo. Questo non serve solo ad insaporirlo, ma soprattutto ad ammorbidire la carne che altrimenti se messa a cuocere senza prima marinarla risulterebbe asciutta. Io per cuocerla ho utilizzato la mia padella in ghisa perchè mi piace l'effetto delle righe bruciacchiate tipiche delle grigliate, ma voi se non disponete di una padella in ghisa potete utilizzare una casseruola abbastanza larga con il fondo molto spesso (il fondo spesso è importante!). Poi noterete che dopo cotta ho racchiuso la carne nella carta d'alluminio, questo perchè durante la cottura i succhi si concentrano al centro della carne, quindi lasciamo del tempo perchè si ristribuiscano i succhi uniformemente su tutta la carne mentre mantiene il suo calore grazie alla carta d'alluminio.

sabato 27 novembre 2010

Mandorle pralinate





Queste sono le classiche mandorle che vengono vendute sulle bancarelle durante le feste popolari e le sagre. Vi è mai capitato di passare da queste bancarelle e sentire l'odore gradevole dello zucchero caramellato? Quando li feci per la prima volta riprodotti a casa, mio padre mi raccontò un episodio della sua infazia. Mi raccontò che quand'era piccolo passando da quelle bancarelle delle fiere con suo padre, notò un balcone in cui preparavano le mandorle pralinate nelle tipiche batomiere dove vengono fatte... l'odore lo attirava così tanto, ma mi raccontò che purtroppo mio nonno non glieli potette comprare anche se lo avrebbe voluto accontentare, però non poteva permetterseli a quel tempo. Quindi adesso ogni volta che li faccio lo faccio felice:). Io ho utilizzato delle mandorle e delle nocciole, ma è possibile utilizzare anche le arachini ma condizione fondamentale è che non siano tostate e con la loro classica pellicina (altrimenti lo zucchero non attacca) :).

sabato 20 novembre 2010

Petti di pollo ai funghi in cartoccio






Questa è una ricetta buonissima, consiste nel profumare il petto di pollo con origano e insaporire con pepe e sale... volendo potreste pure insaporire con dell'aroma arrosto per farla venire più buona. Aggiungiamo sulle fettine di pollo uno strato di funghi champignon affettati crudi e si condisce con un filo d'olio. La cottura nel cartoccio è un tipo di cottura che molti preferiscono perchè i succhi della carne vengono trattenuti grazie alla chiusura al cartoccio dentro la carta da forno (o d'alluminio), altrimenti in forno, in particolare il pollo, seccherebbe assumendo un sapore "topposo". Vedrete che preparato in questo modo amarete il pollo :).

mercoledì 17 novembre 2010

Ciambella morbidissima con gocce di cioccolato





Questa ricetta l'ho presa dal blog di Stefy, che a sua volta l'ha trovata nel ricettario della bravissima Benedetta Parodi. La ciambella è morbidissima, perfetta da mangiare per colazione insieme a un cappuccino schiumoso. L'unica modifica che ho apportato alla ricetta originale è che ho aggiunto delle gocce di cioccolato per golosità :). L'ho portata a scuola e ho fatto un figurone..è piaciuta a tutti!!!

sabato 13 novembre 2010

Gnocchi brie e noci








Questa è un'altra ricetta del sito di Misya.info, devo dire che è una ricetta che consiglio a tutte di segnarla e provarla almeno una volta. Il formaggio brie è un formaggio dal gusto dolce e accompagnato dal sapore delle noci ha reso questo piatto saporitissimo. Potete sostituire la pasta al posto degli gnocchi, l’importante però è che sia una pasta rigata o che comunque trattenga il condimento.

venerdì 12 novembre 2010

Mezze penne salsiccia, funghi e panna







Questa è una ricetta che forse conoscete un pò tutti, ma vi lascio comunque la ricetta, anche solo per darvi l'idea. Non so voi ma io amo i funghi con la panna e trovo che con la salsiccia si rende ancora più buona :).

martedì 9 novembre 2010

Gnocchi di patate






Gli gnocchi sono una preparazione di cucina estremamente diffusa in molti paesi del mondo e presentano differenze notevoli da un tipo all'altro sia per forma che per ingredienti. Sono dei piccoli pezzi di impasto (fatto da farina e patate bollite schiacciate), solitamente di forma tondeggiante, che vengono bolliti in acqua o brodo e quindi conditi con salse varie.
Esiste anche una variante di gnocchi, in cui non vi sono affatto le patate, ma questa sarà una mia futura ricetta. Ho preso questa ricetta dal sito Misya.info, da questo sito ho seguito scrupolosamente il procedimento e soprattutto i suoi accorgimenti che riporto dal suo sito qui (ci tengo a dire la fonte!):
- La scelta delle patate è fondamentale per la riuscita degli gnocchi. Le patate da scegliere sono quelle a pasta bianca perchè sono “farinose”. Bisogna scegliere comunque le patate vecchie, le nuove essendo molto acquose assorbirebbero troppa farina rendendo gli gnocchi gommosi.
- La cottura delle patate deve essere fatta a fuoco non forte, per evitare che la buccia si spacchi e che quindi le patate s’impregnino d’acqua , per 20/30 minuti dall’inizio dell’ebollizione. Per sincerarsi del grado di cottura delle patate basta infilzare la patata con una forchetta e se non si sente resistenza fino al centro, è cotta.
- La lavorazione deve essere fatta quando il passato di patate è tiepido e deve avvenire velocemente prima che il passato di patate si raffreddi.
- La quantità di farina da utilizzare è puramente indicativa visto che ogni patata ha la sua capacità di assorbimento quindi meglio iniziare con una piccola dose per poi aggiungerne man mano dell’altra.

venerdì 5 novembre 2010

Sugo ai funghi secchi



Qualche tempo fa comprai la mia prima pentola di terracotta, era tanto che pensavo a questo acquisto e finalmente mi si è presentata un'occasione in una fiera, così l' acquistai. Ed ecco il mio primo esperimento..ragù ai funghi porcini e vi assicuro che se si cucina nella pentola di terracotta, il risultato e il sapore di quello che si fa è migliore che della normale pentola. Ora però, parliamo un pò della ricetta... Il sugo ai funghi secchi è una preparazione molto semplice ed ottima non solo per il gusto, ma è inoltre una ricetta molto economica, potrete servire un primo piatto a base di funghi porcini utilizzando quelli secchi, che hanno un costo inferiore rispetto a quelli freschi o congelati. La ricetta si prepara in due fasi: da una parte la messa a bagno dei funghi, dall’altra la cottura della salsa di pomodoro con trito di odori soffritti. E poi basterà versare i funghi nella salsa e far cuocere ancora e il piatto è in tavola. Potete anche preparare un classico ragù alla bolognese e aggiungengerci i funghi secchi, se preferite. La ricetta è per 6 persone, ne ho fatta così tanta per pranzo e poi da quella che ne è avanzata, l'ho riscaldato per cena :).

lunedì 1 novembre 2010

Tiramisù al cocco con pan di stelle







Questa mattina vi lascio questa ricetta dolce del tiramisù con pan di stelle, si tratta di un tiramisù diverso, sostituisce i savoiardi con i pan di stelle inzuppati nel latte al posto del caffè, quindi più adatta a chi ha bimbi piccoli. La crema è al gusto cocco, dapprima la crema potrà risultare molle e liscia, ma vedrete che dopo che avrete messo il tiramisù in frigo per 3 ore la crema indurirà e diventerà compatta, questo grazie all'aggiunta della colla di pesce nella crema. Se vi stuzzica provatela e fatemi sapere :).