giovedì 17 febbraio 2011

Chiacchiere






Questa è una delle ricette che amo di più. Qui in Calabria prendono diversi nomi, dalle mie parti le chiamiamo 'nacatole'. Oltre alla vasta varietà di vari nomi, esistono anche diverse ricette, che variano a seconda del paese e delle ricette tramandate in famiglia. Questa che vi posto io è la ricetta personale della mia mamma. E' una delle mie ricette preferite in quanto le preparavo sempre insieme a mia mamma sin da piccolissima. In qualsiasi periodo dell'anno quando avevo voglia di nacatole proponevo a mia mamma di farli e lei era sempre felicissima di accontentarmi..lei impastava e friggeva, mentre a me piaceva ritagliare le formine e tuttora la tradizione continua così :). Martedì ho sostenuto l'esame di teoria per la patente e.... l'ho superato :) e per festeggiare io e mia mamma abbiamo preparato le chiacchiere, meglio di questi per festeggiare non c'è nulla.


INGREDIENTI:

500 gr di farina 00 + altra farina per infarinare il piano di lavoro
250 gr di zucchero
3 gocce di fialetta di vaniglia
3 gocce di fialetta rhum
1 limone (sia il succo che la scorza)
4 uova
zucchero a velo vanigliato per spolverare

PROCEDIMENTO:

Mettete in una terrina lo zucchero, le uova, la vaniglia, il rhum, alcune gocce di succo e una grattugiata di scorza di limone.



Sbattete il tutto con una forchetta fino ad ottenere un composto omogeneo e spumoso.



In un altra ampia terrina setacciate la farina e formate una fontana. Al centro della farina inserite il composto spumoso con le uova.



Cominciate a far assorbire il composto alla farina con una forchetta.



Quando il composto sarà stato assorbito dalla farina, continuate ad impastare con le mani infarinate (se occorre aggiungete altra farina all'impasto).



Continuate ad impastare fino ad ottenere un impasto compatto e morbido. Quindi, lasciate riposare per 10 minuti.



Dividete l'impasto in tante palline. Infarinate per bene il vostro piano di lavoro e stendete le palline d'impasto con il mattarello o con la macchina tirasfoglie di uno spessore non troppo spesso.



Tagliate le chiacchiere della forma che preferite con la rotellina ondulata.

Quadrati

Ritagliate la sfoglia stesa lungo i bordi e ritagliate dei quadrati come in figura. Dopodichè
fate delle incisioni sempre con la rotellina a zig zag al centro dei quadrati senza arrivare però fino ai bordi.



Treccia

Tagliate una strisciolina lunga e larga. Ritagliatela lasciandola intera in cima e formate la treccia.



Girandola

Ritagliate con la rotellina ondulata (effetto zig zag).



Fate delle incisioni come in figura non ritagliando il centro.



Alzate uno degl'angoli qualsiasi ritagliati del quadrato e sollevandolo portatelo al centro, quindi schiacciatelo.



Alternate gli angoli del quadrato con lo stesso procedimento del precedente.



In pratica, dovrete portare al centro un angolo si e un angolo no del quadrato ritagliato.



Avrete così ottenuto una girandola.



Friggeteli in olio non troppo caldo e girateli spesso, dovrete toglierli quando sono ancora bianchi, ma leggermente dorati dai lati.



Man mano che li mettete ad asciugare sulla carta da cucina spolverizzateli ancora caldi con lo zucchero a velo.



Notate il particolare della girandola..

12 commenti:

  1. Sono meravigliose Mimi',ti sono venute veramente bene! Non vorremmo essere maleducate ma ne prendiamo giusto qualcuna.........
    Baci da Alda e Mariella

    RispondiElimina
  2. Si sono venuti buonissimi.. fai pure offro volentieri ;).

    RispondiElimina
  3. ne posso avere un bel vassoio..? sono buonissime e deliziose anch io le amo tnto le chiacchere...le tue forme mi piacciano tantissimo...complimenti...
    baci da lia

    RispondiElimina
  4. Deliziose, noi le chiamiamo frappe :)
    Però mia mamma limita questi dolci al Carnevale :D
    Complimenti e grazie per la ricetta, sempre chiara e con un sacco di spunti e consigli... Voglio provare la cosa ella girandola, è troppo carina :X
    Congratulazioni per l'esame superato :-*

    RispondiElimina
  5. x lia: grazie..serviti pure :).

    x uapa: grazie delle congratulazioni, sono così contenta... sono contenta di vederti applicare in cucina :).

    RispondiElimina
  6. Ciao Mimì queste tue chicchere sono tutte belle delle belle forme :) ciao

    RispondiElimina
  7. si ma ne esistono tantissime altre, però queste sono quelle che preferisco.

    RispondiElimina
  8. ma che belle che sono,a forma di girandola non le ho mai fatte,da provare.
    ciao Mimì,grazie della visita,
    sai che ho vissuto in calabria per 8 anni,..però 20 anni fa.........
    ciao a presto

    RispondiElimina
  9. buone...anch'io vorrei prepararle e postarle sul mio blog...

    RispondiElimina
  10. x franca: sono carine come forma provali. Bè spero sia stato un piacevole soggiorno ;)

    x deliziadivina: fai pure mi farebbe piacere se provassi le mie ricette :D.

    RispondiElimina
  11. ciao Mimì,si il mio soggiorno in calabria è stato bellissimo,pensa che ancora oggi abbiamo amici con i quali ci sentiamo spesso e anche se di rado è capitato di andarli a trovare.
    ciao buona domenica

    RispondiElimina
  12. ne ero sicura! Si dice che chi viene al sud arrivi piangendo e se ne vada piangendo. All'andata perchè pensa che si troverà male e al ritorno perchè gli dispiace andare via dopo che si è affezionato agli amici e al loro modo di essere.

    RispondiElimina