giovedì 10 febbraio 2011

Tronco di castagne





Ecco un ennesimo mio esperimento, il tronco di castagne. L'ho realizzato con le castagne già cotte della Noberasco. Vi dirò che mentre realizzavo questo esperimento, come di consueto mi succede ogni qualvolta sperimento qualcosa di nuovo, continuavo a pensare che il dolce non mi sarebbe riuscito e che avrei sprecato solo gli ingredienti. Mentre lo realizzavo l'ansia cresceva. E invece, il tronco di castagne mi è riuscito, vi sembrerà difficile, ma se lo realizzate con pazienza e seguendo precisamente il procedimento e i miei consigli riuscirete a realizzarlo. Inoltre, non esagerate con la farcitura, perchè sennò quando andrete a chiuderlo, la crema straborderà dal tronco. Ci vuole pazienza, ma vedrete che ne varrà la pena realizzarlo, perchè è buonissimo... mia sorella al primo assaggio ha esclamato: "mmh che buono Miriam, ha la consistenza della nutella" :).



INGREDIENTI:

400 gr di castagne morbide Noberasco (già cotte)
100 gr di zucchero a velo
50 gr di cacao amaro
25 gr di latte
25 gr di Rhum o di Brandy

Per la farcitura:

120 gr di burro a temperatura ambiente (toglietelo dal frigo mezz'ora prima dell'utilizzo per farlo ammorbidire)
100 gr di zucchero a velo vanigliato
2 tuorli d'uovo
1/2 tazzina di caffè ristretto amaro

Per la decorazione:

3 foglie d'alloro
panna montata


PROCEDIMENTO:

In una terrina aggiungete lo zucchero a velo, il cacao, il latte e il liquore.



Amalgamate bene tutti gli ingredienti con un cucchiaio di legno.



Con l'ausilio di un robot da cucina, tritate le castagne finemente (dovrà risultare come una farina di castagne umida, ovvero di una consistenza simile al pangrattato).



Aggiungete al composto con il cacao le castagne tritate amalgamandole al composto a poco a poco.



Lavorate con le mani fino ad ottenere un impasto sodo e asciutto.



Preparate la farcitura. In un robot da cucina inserite lo zucchero a velo, i tuorli e il caffè e amalgamare gli ingredienti.



Quindi, aggiungete il burro morbido a pezzetti



e amalgamate velocemente il tutto sempre con il robot da cucina fino ad ottenere una crema liscia.



Stendete su un canovaccio umido con un mattarello il composto di castagne di uno spessore molto spesso (è necessario stenderlo piuttosto spesso poichè il passaggio in cui dovrete formare il tronco è delicato e potreste rischiare di romperlo).



Stendete la farcitura uniformemente sul composto di castagne (non esagerate con la farcitura, per evitare che strabordi).



Arrotolatelo molto delicatamente (per non romperlo essendo molto delicato) realizzando la forma di un tronco. Incidetelo con i rebbi di una forchetta facendo delle striature leggermente ondulate.



Guarnite a piacere con panna montata e foglie d'alloro.



Da vicino.

14 commenti:

  1. direi riuscitissimo.!!
    lo sai, capita anche a me...faccio intrugli ed esperimenti e sempre con le dita incrociate!

    un bacione

    RispondiElimina
  2. ma è così bello che è quasi un peccato mangiarlo....ciao e complimenti

    RispondiElimina
  3. Brava, Mimi', anche noi lo abbiamo fatto, è molto buono!
    Baci da Alda e Mariella

    RispondiElimina
  4. non conoscevo questa ricetta....anche se non la conoscevo ma mi piace un casino tutti gli ingredienti sono per la mia gola :) buonissimooooooo...
    baci da lia

    RispondiElimina
  5. Ma che bello!E chissà che buono!!!!!diventi sempre più brava! Complimenti!

    RispondiElimina
  6. x eleonora: ah che sollievo, pensavo di essere l'unica :)).

    x stella: in effetti, dopo averlo decorato mi sembrava male, ma dovevo provarlo per dirvi com'è no?!

    x alda e mariella: buonissimo vero?!

    x lia: si la crema sa di caffè e il tronco non è solo scenografico da vedere, perchè sembra un vero pezzo di tronchetto di legno, ma è così buono da non crederci :-o

    x veronica: we grazie grazie veronica :).

    RispondiElimina
  7. Ma non fartela venire l'ansia, tu sei bravissima, credi di più in te e nelle tue qualità, io alla tua età non sapevo fare niente invece tu sei proprio in gamba, un bacione Mimì!

    RispondiElimina
  8. malù vorrei tanto, ma è più forte di me, nelle ricette che ho già provata sono sicurissima della riuscita, ma quando sperimento per la prima volta una ricetta ho sempre quella paura di non riuscire, però alla fine quando vedo che ottengo risultati eccezionali mi incoraggio. Cercherò di seguire il tuo consiglio, grazie cara Malù :).

    RispondiElimina
  9. Ma se volessi usare le castagne non cotte, come devo fare e che quantità devo usare secondo te? Grazie mille!

    RispondiElimina
  10. potresti usare anche delle castagne secche stessa quantità, ma non puoi usare castagne crude. Spero d'esserti stata d'aiuto.

    RispondiElimina
  11. a me limpasto delle castagne e venuto un pò morbido avrò sbagliato a mettere il latte di sapore sembra buono ancora lo devo assaggiare vi farò sapere

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche a me l'impasto è venuto un pò morbido, è normale.

      Elimina