venerdì 16 settembre 2011

Sedanini al pesto di basilico e crema al salmone


I sedanini al pesto di basilico e crema al salmone sono un primo piatto rapido e freddo, ideale per queste giornate ancora calde. Il pesto di basilico e crema al salmone come ogni normale pesto non necessita di cottura, l'unica cosa che occorre cuocere è la pasta. Perciò nel frattempo che la pasta cuoce potete benissimo preparare il pesto e in poco tempo avrete preparato da mangiare alla vostra famiglia, piuttosto sbrigativa questa ricetta vero?






INGREDIENTI:

400 gr di pasta formato sedani lisci
1 confezione di panna al salmone
1 mazzetto di basilico fresco
1 cucchiaio di prezzemolo fresco
5 pomodorini ciliegia
10 gr di grana grattugiato
2 cucchiai d'olio extravergine d'oliva
sale e pepe q.b.


PROCEDIMENTO:

Lavate i pomodorini ciliegia, il prezzemolo ed il basilico. Tagliate i pomodorini a metà. Cuocete la pasta in abbondante acqua salata e nel frattempo, inserite insieme nel bicchiere del mixer ad immersione la panna al salmone, i pomodorini ciliegia tagliati a metà, il basilico, il prezzemolo, il formaggio grana grattugiato, l'olio extravergine d'oliva, un pizzico di sale e una spolverata di pepe nero.


Frullate il tutto insieme con il mixer ad immersione fino ad ottenere una crema densa e omogenea.


Una volta pronta la pasta, scolatela e conditela con il pesto di basilico e crema al salmone. Se serve aggiungete un pò d'acqua di cottura della pasta.


Impiattate e servite.

15 commenti:

  1. La pasta mi piace, il salmone pure e il pesto non ne vado pazza ma assaggerei volentieri
    ciao e buon w.e

    RispondiElimina
  2. Simo puoi fare a meno del basilico se non ti piace il sapore.

    RispondiElimina
  3. buonissima la CREMA DI SALMONE, MI SEMBRA QUASI DI SENTIRE L'ODORE.. OTTIMA PASTA

    RispondiElimina
  4. Si la gradisco molto anch'io è molto delicata e ottima per condire la pasta. Io voluto sperimentare una nuova ricetta arricchendo la crema al salmone con il basilico e tutto il resto..... alla fine l'esperimento è riuscito :)

    RispondiElimina
  5. ѕιмρℓє мαη16 settembre 2011 22:48

    bona bona ...gnam ...gnam

    RispondiElimina
  6. buona, le paste cremose mi piacciono tanto!

    RispondiElimina
  7. nmmmmm non ho mai provato questo accostamento.. mi ispira moltissimo!
    ciao
    vale

    RispondiElimina
  8. Ma è magnifica.. ma perchè non partecipi con questa al nostro contest sul pesto??? guarda qui:
    http://myricettarium.blogspot.com/2011/09/pennette-al-pesto-di-zucchine-e-menta-e.html
    Mi farebbe tanto piacere... baci e buon w.e. :-)

    RispondiElimina
  9. x delizia divina: lo terrò presente :)

    x vale: provala, l'accostamento ci sta benissimo, provala però con un formato di pasta tipo sedanini ;)

    x claudia: grazie dell'invito partecipo volentieri al tuo contest.

    RispondiElimina
  10. ѕιмρℓє мαη19 settembre 2011 13:05

    Ciao Mimì oggi mangio taglietelle fatte in casa al surimi! ..amo questa ricettina semplice semplice al gusto di granchio.. provala e mi dici se ti piace!

    Ingredieti per 4 persone:

    400 gr, di pasta fresca
    12 bastoncini di surimi di granchio
    6/7 pomodorini
    olio, aglio, peperonicino e prezzemolo q.b.

    P.S. l'aglio e il peperoncino li uso quanto basta solo per insaporire ''non amo molto il gusto dell'aglio e del pepe''.. però occorre.

    Mentre cuoce la pasta taglia a rondelle i surimi e a spicchi i pomodorini.
    In una padella metti un filo d'olio, uno spicchio d'aglio e se piace il piccantino ..il peperoncino, fai rosolare ed aggiungi i surimi a rondelle e cuoci per pochi minuti in modo che prendano bene il condimento. A questo punto la pasta sarà cotta, scolala e mettila nella padella, aggiugi i pomodorini, fai saltare per un minutino abbondante. Se dovesse asciugare un pò troppo mettete un pò d'acqua di cottura (quella con la farina).
    Impiatta e spolvera con del prezzemolo........

    Se ami i piatti cremosi, ti consiglio nel frattempo che la pasta cuoce e i surimi si cucinano, in un pentolino far bollire il quantitativo di 3 bicchieri d'acqua e aggiungere un cucchiaio da tavola di farina, e mescolare di continuo finchè non si sarà completamente sciolto, (e ritirato) non devono rimare grumi... fai ritirare l'acqua per metà del suo contenuto continuando a mescolare sempre cosi che la farina sciogliendosi ''scompare del tutto'' e alla fine puoi usarla insieme al condimento di surimi che hai preparato.. vedrai che saltando la pasta i surimi i pomodorini e l'acqua dove hai sciolto la farina.. verranno tutti un po cremosi.. TECNICA DA RISTORANTE.

    .. comunque l'acqua calda e farina, aggiungila a poco a poco al composto mentri lo salti, deve essere amalgamata con la giusta quantità senza eccedere.

    Mimì fammi sapere se ti viene bene se la fai..

    « scusa se mi permetto di suggerirti qualcosa, perchè tu sei bravissima »

    ciao ciao e... continua così alla grande, ammiro molto il tuo modo di preparare queste belle ricette.

    COMPLIMENTONI

    RispondiElimina
  11. molto appetitoso le foto parlano da sole
    buonissimo pomeriggio

    RispondiElimina
  12. ciao simple man è vero la pasta con i frutti di mare con la farina viene buona, amalgama l'insieme in maniera ottima e sembra quasi cremosa.
    «una volta sciolta la farina nell'acqua calda quando si unisce a gli ingredienti deve essere versata pian piano a poco a poco così che la pasta abbia in tempo di assorbirla, io la faccio sempre»

    RispondiElimina
  13. Io la farina la metto direttamente nella padella insieme alle vongole ai pomodori e il prezzemolo, e metto molta acqua di cottura e non una ma due cucchiai di farina, l'importante e farla sciogliere completamente senza far rimanere grumi. Viene un'ottima cremosità cucinando la pasta con i gamberetti o anellini di totano.

    Mimì prova qualche ricettina con vongole asparagi e farina, o vongole e fiori di zucca e farina. Non molta farina altrimenti sembra pasta con la besciamella, la cremosità si deve vedere al punto giusro.

    RispondiElimina
  14. E' vero il discorso della farina, ma va detto che va messa lentamente per scioglierla in acqua e, non un cucchiaio o due perché dipende per quante persone si cucina, potrebbe essere un cucchiaio come anche mezzo, o due o tre dipende se si cucina per due tre persone o sei o otto.

    cmq davvero interessante questo blog

    RispondiElimina