martedì 9 dicembre 2014

Trofiette di fave con crema di patate e scarola


Oggi vi propongo una ricetta particolare. Per realizzare questa ricetta dovrete procurarvi la farina di fave che vi servirà per preparare le trofiette fatte a mano o in alternativa potete usare farina integrale. Comunque in questa ricetta utilizzeremo solo ingredienti vegetariani e vegani, quindi ingredienti naturali, che fanno bene alla salute.









INGREDIENTI:

Per le trofiette:

210 gr di farina di fave
90 gr di semola rimacinata di grano duro
un filo d'olio extravergine d'oliva
un pizzico di sale
acqua q.b.

Per il condimento:

200 gr di scarola o bietola
2-3 patate
1 spicchio d'aglio
2 cucchiai d'olio extravergine d'oliva




PROCEDIMENTO:

Mixate bene le due farine con il sale passandole al setaccio.



Aggiungete un filo d'olio extravergine d'oliva e acqua a poco a poco fino ad ottenere un impasto compatto e morbido (la farina di fave assorbe meno acqua della farina di semola, perciò andateci piano con l'acqua, altrimenti otterrete un impasto molle).



Coprite l'impasto con un panno pulito e lasciatelo riposare per 20 minuti circa.



Prendete una ditata di impasto e strofinatelo su un piano infarinato (con le mani inumidite con l'acqua se l'impasto dovesse sbriciolarsi), ottenendo dei bastoncini allungati, le trofiette.



Mettete a bollire abbondante acqua in un'ampia pentola, salatela e sbollentate la scarola lavata e pulita per circa 5 minuti. Scolatela con una schiumarola senza buttare l'acqua di cottura. Passate immediatamente la scarola bollita sotto l'acqua corrente fredda per mantenere vivo il colore e bloccare la cottura.



Nella stessa acqua dove avete sbollentato precedentemente la scarola, sbollentate 3 patate sbucciate e tagliate a cubetti per circa 10 minuti. Scolatele con una schiumarola senza buttare l'acqua di cottura.



Mettete la scarola e le patate bollite da parte.



In una padella antiaderente scaldate leggermente l'olio extravergine d'oliva e fate dorare nell'olio uno spicchio d'aglio sbucciato. Una volta dorato, eliminate lo spicchio d'aglio. Aggiungete la scarola e le patate bollite.



Aggiungete un mestolo di acqua di cottura delle verdure che avete lasciato precedentemente da parte e aggiungetene ogni volta si asciuga. Salate e pepate le verdure. Coprite con il coperchio.



Lasciar cuocere fino ad amalgamare la scarola alle patate. Schiacciate con una forchetta qualche patata per ottenere una cremina di patate e scarola.



Cuocete le trofiette nell'acqua di cottura delle verdure rimasta (cuocendo la pasta nell'acqua di cottura delle verdure, la pasta si insaporirà assorbendo il sapore delle verdure). Il tempo di cottura delle trofiette con farina di fave è di 10-15 minuti circa.



Una volta cotte le trofiette aggiungetele al condimento e insaporitele facendole prendere per bene di condimento.



Servite immediatamente.


12 commenti:

  1. Sembrano buonissime, provero' sicuramente a fare le trofie, per il condimento potrei provare con gli spinaci, qu' trovare la scarola e' un po' difficile :(

    RispondiElimina
  2. Post sempre belli, chiari e dettagliati!!! un bacione :)

    My Blog ♥
    Instagram

    RispondiElimina
  3. da provare anche questa ... grazie

    RispondiElimina
  4. Da provare. Deve essere buonissima.
    Complimenti per il tuo blog.
    ciao Carlottina

    RispondiElimina
  5. Ciao ma che belle ricette, me le segno con piacere,appena le provo ti dico, complimenti le trofiette sembrano una squisitezza..
    Attrezzi pasticceria

    RispondiElimina
  6. …Ciao! Ho trovato per caso il tuo blog e mi piace molto… Mi sono appena iscritta! Ho anche io ho un blog… Ti va di passare da me?

    LoStraordinarioMondoDiUnaStudentessaSottoEsameDiLuisaNapolitano

    RispondiElimina
  7. it looks gorgeous!

    http://stinaemikh.blogspot.ru/

    RispondiElimina
  8. it looks gorgeous!

    http://stinaemikh.blogspot.ru/

    RispondiElimina
  9. Devono essere molto buone:)
    https://makeupbionatural.blogspot.it/2016/08/fitline-activize.html?showComment=1470952522939&m=1#c2376908965013184168

    RispondiElimina
  10. Sicuramente molto buona questa ricetta!
    Non vedo l´ora di provarla;-) Saluti dall´Hotel Val di Fassa, Francesca.

    RispondiElimina